Incomprensibile

 

 

La primavera è  alle porte. Il  debole  vento accarezza  le foglie degli alberi

ormai rifioriti.

Un ragazzo vede una ragazza. Lei lo guarda; poi, comincia a pensare.

<< Chi sarà mai ? >>, si chiede…

Lui si volta, ma subito dopo torna a fissarla.  << Perché non continuo a 

camminare per la mia  strada ? >>, si domanda perplesso…

La sua strada, in verità, era proprio quella che conduceva a lei e la percorse 

dimenticandosi delle infinite altre che, forse, non lo avrebbero 

condotto in nessun luogo…    

 

 

   

Giancarlo  Avolio                                                       

 

Brano depositato alla S.I.A.E.

 

 

                                                                         Racconti